Juri Morico è il nuovo Presidente nazionale di OPES.


È stato un applauso fragoroso, appassionato, emozionante e coinvolgente, quello che il Salone d’Onore del CONI ha tributato a Juri Morico nel momento dell’acclamazione a nuovo Presidente nazionale di OPES. Sono le 10:20 di lunedì 23 maggio e, con l’investitura ufficiale da parte dei delegati regionali, chiamati a scegliere nell’undicesima assemblea nazionale elettiva il nuovo numero 1 dell’Ente e i consiglieri nazionali, per OPES è iniziato un nuovo capitolo.

Nelle sue prime parole da Presidente nazionale, Juri Morico, oltre a ringraziare Marco Perissa ed i dirigenti di OPES per il percorso fatto insieme, ha citato Giovanni Falcone nel trentesimo anniversario della scomparsa ed il motto olimpico, sottolineando l’importanza di quell’avverbio che è stato inserito alla fine di quel “citius, altius, fortius – communiter”, “più veloce, più in alto, più forte, insieme”. La parola chiave che ha accompagnato il suo discorso è stata proprio insieme: “Sono orgoglioso di essere qui, davanti a voi, e di ricevere questo incarico, questo onere ed onore. In questo momento storico che stiamo vivendo, OPES deve avere il coraggio di mettersi in gioco e di giocare la partita del proprio tempo. L’impegno che prendo verso la comunità educante, le istituzioni, la politica, lo sport, gli organismi sportivi e la scuola è che tutti noi, insieme, ci assumiamo la responsabilità di formare giovani cittadini. Lo sport ha un potere educativo fantastico, ma non è la panacea di tutti i mali. Non basta fare o promuovere lo sport. È necessario accompagnare gli educandi verso una presa di coscienza, verso un’assunzione di responsabilità ed un percorso di cittadinanza attiva.

Sul podio della casa dello sport italiano, per portare un loro personalissimo saluto o un augurio di buon lavoro alla nuova squadra, si sono alternati rappresentanti delle istituzioni, dello sport, della politica, del terzo settore, della comunità educante ed amici dell’Ente, a cominciare da Marco Perissa.

Non penso che ci potesse essere persona migliore di Juri – ha ribadito al microfono l’ex Presidente Marco Perissaper continuare questo percorso. Non credo che questa sfida lo spaventi. Anzi, credo sia quello di cui lui ha bisogno.

Anche il Presidente del CONI Giovanni Malagò ha voluto presenziare all’assemblea nazionale, prima di volare a Milano per partecipare ai tavoli di lavoro sulle Olimpiadi invernali del 2026. “Faccio gli auguri ad OPES – ha esordito il numero 1 dello sport italiano -. Il futuro di Juri Morico è bello, perché è nelle condizioni di assolvere al meglio al compito cui è chiamato.

Nonostante gli impegni istituzionali ed un’agenda a dir poco ingolfata, la Presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, è intervenuta per celebrare l’investitura di Juri Morico e per ringraziare Marco Perissa. “Ringrazio questa realtà che in questi anni ha ottenuto risultati straordinari – ha sottolineato la leader di FdI -, a tal punto che oggi OPES è un punto di riferimento per lo sport e per il Terzo Settore. Sono qui per rendervi omaggio, per ribadire il sostegno di FdI e per ricordarvi che ci troverete sempre al vostro fianco. Faccio un grande in bocca al lupo a Juri Morico. Sono sicura che il neoeletto Presidente saprà continuare nel migliore dei modi il lavoro straordinario che ha svolto in questi anni accanto a Marco Perissa.

Attestati di stima e complimenti a tutto l’OPES, per il cammino di crescita fin qui fatto, per gli obiettivi e i traguardi conseguiti, tanto nel panorama sportivo quanto in quello del Terzo Settore, e per aver promosso e difeso sempre i valori positivi della nostra società, sono stati avanzati dal vicepresidente della Camera dei Deputati On. Fabio Rampelli, dal capogruppo di FdI alla Camera dei Deputati On. Francesco Lollobrigida, dall’On. Maria Teresa Bellucci, dai consiglieri regionali e comunali come Chiara Colosimo e Andrea De Priamo, dalla vicepresidente del CONI Silvia Salis, dal Direttore generale di Sport e Salute Diego Nepi, dal Presidente del comitato regionale di CONI Lazio Riccardo Viola, dai massimi rappresentanti delle Federazioni Sportive, dai consiglieri CIP e CONI, e dai Presidenti nazionali di ASC, ASI, Centro Nazionale Sportivo Libertas ed ENDAS.

L’undicesima Assemblea Nazionale Elettiva di OPES ha mostrato altresì quanto grande e coesa sia la rete di amicizie sociali, tanto per utilizzare un’espressione di Don Gionatan De Marco, direttore dell’Ufficio nazionale per la Pastorale del Tempo libero, turismo e sport della CEI, che si è creata tra OPES e la comunità educante. Oltre a Don Gionatan Demarco, sono intervenuti Mons. Melchor Sanchez De Toca, Sottosegretario vaticano Pontificio Consiglio della Cultura; Daniele Pasquini, presidente Fondazione Giovanni Paolo II per lo sport; e Antonino Mancuso, coordinatore regionale servizi di educazione fisica dell’USR Lazio.

Il neoeletto Presidente nazionale Juri Morico, il Segretario generale Davide Fioriello, la giunta e i consiglieri di OPES ringraziano tutte le personalità intervenute. Le loro parole, gli attestati di stima e di incoraggiamento ricevuti, i loro auguri e saluti hanno contribuito a rendere ancor più ricca e piena di valore e di valori una giornata storica. Infine, un grazie gigante lo riservano alla giornalista RAI Simona Rolandi. Con la sua maestria, competenza e professionalità, ha moderato gli interventi dell’Assemblea.




2 visualizzazioni